Quarantasei opere in concorso per l’undicesima edizione dello Sciacca Film Fest che anche quest’anno vanta una grande qualità e varietà nella sua competizione. In concorso 17 corti, 13 documentari e 6 lungometraggi nelle tre diverse sezioni.

Un’edizione che conferma il respiro internazionale del festival ospitando per la prima volta in Sicilia, il Festival del Cine Espanol. Una rassegna itinerante che approderà allo Sciacca Film Fest con cinque pellicole in lingua originale.

Grazie alla collaborazione con altre importanti realtà festivaliere siciliane come il SalinaDocFest e il Festival Internazionale del Documentario Visioni dal Mondo, il pubblico dello Sciacca Film Fest potrà vedere in anteprima nazionale “La Spartenza”, il documentario del regista palermitano Salvo Cuccia ispirato alla autobiografia di Tommaso Bordonaro, emigrato dalla Sicilia verso gli Usa nel 1947. Il film verrà proiettato in anteprima nazionale a Milano e, solo dopo due ore, in contemporanea a Sciacca e Salina. 

Altra prestigiosa collaborazione quella con il Festival Internazionale del Cinema di Frontiera di Marzamemi che porterà alla proiezione in entrambi i festival siciliani di tre film: “Balon” del regista palermitano Pasquale Scimeca, il docufilm di Nello Correale “Moser. Scacco al tempo”, dedicato al ciclista italiano con più vittorie di sempre e “Greetings from Austin”, l’ultimo lavoro del regista Vittorio Buongiorno, un docufilm che racconta il viaggio di Don Diego, chitarrista siciliano con la passione per il country americano.  I registi Pasquale Scimeca e Nello Correale saranno tra gli ospiti del festival che, come di consueto, si svolgerà nella splendida location del complesso monumentale della Badia Grande di Sciacca.

Madrina d’eccezione di questa edizione sarà, invece l’attrice Isabella Ragonese, alla quale il festival renderà omaggio con una rassegna dedicata che ripropone tre film importanti della sua carriera.

Per la sezione, “Incontri con gli autori” arriverà in Badia per un interessante momento culturale, Antonella Agnoli, fondatrice e direttrice della Biblioteca di Spinea a Venezia che ha collaborato alla progettazione di biblioteche in molte città italiane e svolto un’intensa attività di formazione dei bibliotecari in tutta Italia, essendo anche membro del Consiglio di Amministrazione dell’Istituzione Biblioteche di Bologna e dell’Associazione Forum per il Libro.

Anche in questa edizione dello Sciacca Film Fest, trova spazio la sezione Letterando In Fest Estate con piccolo anticipo del festival letterario saccense.

Per chi volesse far tardi con lo Sciacca Film Fest, la sezione After Hours di quest’anno è “Quelli del ‘68” che propone cinque film dedicati all’anno della contestazione: “Easy Rider” Di Dennis Hopper, “Fragole e sangue” Di Stuart Hagman, “La notte dei morti viventi” Di George A. Romero, “Piccolo grande uomo” Di Arthur Penn e “Zabriskie point” di Michelangelo Antonioni.

Tanti anche quest’anno gli Eventi Extra, tutti legati alla storia della città di Sciacca. A partire dallo spettacolo teatrale interamente prodotto dallo Sciacca Film Fest e dalla Vertigo, “Dragunara” di Giuseppe Raso che aprirà in anteprima domani sera il festival nell’Arena- Giardino. La storia della famiglia Licata rivive tramite la lettura scenica affidata all’attore Giovanni Raso con testi liberamente tratti dalla sceneggiatura di Antonello Licata intervallata dalle musiche di Giuseppe Cusumano eseguite dai “Bethsheba”.

Il documentarista Francesco Fauci, invece tornerà al festival con il suo ultimo lavoro “La Beata Dimenticata”.

Tra le altre proposte degli Eventi Extra, anche il documentario prodotto dall’Azienda Autonoma Soggiorno e Turismo “Sciacca anni ’70” e un “Baiano Pirandelliano” di Eduardo Veneziano, progetto che ha come protagonista l’artista contemporaneo Menelaw Sete.

Anche per questa edizione, lo Sciacca Film Fest conferma la sua capacità di intrattenimento con musica e arte e le sue contaminazioni con diversi spettacoli: “Libri, Musiche e Proiezioni”. Volteggiano gli aquiloni al vento …e infine il mare. Musiche per pianoforte di Claude Debussy accompagnate dalla voce narrante di Roberto Burgio e al piano e al sinth Alexandrei Gabrilisoff. Ritornerà poi dopo l’esperimento al Letterando In Fest, il Concerto-Maratona in Musica di giovani musicisti, mentre il pianista Paolo Scanabissi si esibirà in “Klassic piano” con musiche di Chopin,Liszt, Poulenc e Albeniz.

Spazio all’arte poi con le mostre dedicate a due grandi artisti saccensi: “Vasi comunicanti” di Cosimo Barna e “Sturm und Drang” Il viaggio di Leonardo Fisco, a cura di Anthony Francesco Bentivegna al Circolo di Cultura.

Per la prima volta nella sua storia, lo Sciacca Film Fest apre le porte a una nuova forma di contaminazione artistico-sensoriale: quella nata dall’incontro tra il gusto e l’udito con “Sensi Di-Vini”. A incontrarsi saranno i vini offerti dalle Cantine Corbera e le note di alcuni dei migliori musicisti siciliani in circolazione. Per cinque serate, dopo il tramonto, un raffinato aperitivo verrà accompagnato dalla suggestiva musica degli artisti che, per l’occasione, si esibiranno in una veste inedita rispetto al loro repertorio tradizionale.

Menu